Santiago Bernabeu

Santiago Bernabeu

Il calcio spagnolo è da sempre considerato il più spettacolare tra tutti i campionati disputati in Europa e nel mondo. La Liga spagnola, corrispettivo della Serie A italiana, ospita le più grandi squadre di calcio presenti in Spagna in cui militano numerosi giocatori di fama mondiale.
Nella regione iberica è la Real Federacion Espanola de Futbol a regolare i giochi della Liga o Primera Division e delle divisioni minori che corrispondono in successione alle nostre Serie B, C e D.
Ricordando nel tempo la prima giornata di Liga ci fu nel lontano 1928 e furono coinvolte solamente 10 squadre, più avanti avvenne l’ampliamento a 20 e poi a 22. A differenza del campionato italiano, quello spagnolo si è sempre giocato a girone unico (ovvero non ci sono ritorni), solo nel 1986 il campionato venne disputato in maniera anomala, dividendo i 18 club in tre gironi, le finaliste dei 3 si sarebbero giocate il titolo, le ultime la retrocessione nella seconda divisione. Purtroppo negli anni della Guerra Civile Spagnola ci fu uno stop prolungato della Liga che perdurò dal 1936 al 1939, unico però, visto che da allora non ci sono state più interruzioni del torneo.
Le squadre che militano nella prima divisione nel campionato 2008-2009 sono: Almeria, Atletico Bilbao, Atletico Madrid, Barcellona, Betis, Deportivo, Espanyol, Getafe, Maiorca, Malaga, Numancia, Osasuna, Racing Santander, Real Madrid, Real Valladolid, Recreativo Huelva, Siviglia, Sporting Gijon, Valencia e Villarreal. Le squadre più seguite nel paese sono il Barcellona, Club storico spagnolo che tra poco approfondiremo e il Real Madrid, seguono Valencia e Atletico Madrid. La squadra più decorata rimane il Real Madrid con 31 scudetti, segue poi il Barcellona (18), Atletico Madrid (9), Atletico Bilbao (8), Valencia (6)….
Come abbiamo accennato in precedenza il Barcellona è una dei Club più importanti e riconosciuti a livello mondiale non solo per la sua rosa sempre folta di campioni ma anche per le sue giovanili che crescono giocatori di altissimo livello. La sua nascita risale al 1899 quando un gruppo di calciatori svizzeri, britannici e catalani si riunirono sotto la direttiva di Hans Gamper, il primo allenatore. La squadra da allora non ha mai abbandonato la prima divisione e si aggiudica il titolo di club calcistico più antico dell’intero Regno Spagnolo. Alcune indiscrezioni ci informano che la società è una delle più seguite al mondo con circa 163 mila soci e con uno stadio societario che conta migliaia di visitatori tutto l’anno: il Camp Nou è un must per tutti i turisti in visita nel capoluogo catalano. La squadra ha a disposizione un budget incredibile, circa 300 milioni di euro a stagione, cosa che le permettere di avere sempre un mercato vivo e particolarmente spettacolare. Tra i giocatori più famosi militanti nella squadra blougrana troviamo Cruijff, Eusebio, Laudrup, Stoickov, Figo, Ronaldo, Overmars, Kluivert, Ronaldinho, Rivaldo, Saviola, Messi, Deco, Xavi, Ibrahimovic e tanti altri…
La seconda squadra in ordine di rilevanza storica è il Real Madrid che viene inaugurato il 6 marzo del 1902, tre anni più tardi del Barcellona. Sin da subito il Real Madrid comincia ad arrivare a grandi successi; essa è tutt’ora la squadra più titolata di Spagna con 31 campionati spagnoli, 17 coppe del Re, 8 Supercoppe Spagnole, 1 Coppa della Liga, 9 Champion’s League, 2 coppe Uefa, 1 Supercoppa Europea, e 3 coppe intercontinentali vinte dal 1929, anno in cui nasce il primo campionato di calcio nel Regno di Spagna.

Senza dubbio il Real Madrid rimane la squadra più ricca del mondo, con i suoi 350 milioni di euro di Budget annuale con il quale ha messo a segno moltissimi acquisti preziosi come quello storico di Zinedine Zidane alla Juventus per 76 milioni di euro.
La competizione tra Real Madrid e Barcellona è sempre aperta, si compete persino sulla bellezza degli stadi: quello del Real Madrid titolato al famoso presidente Santiago Bernabeu, conta ben 80 mila spettatori ed è uno degli impianti più capienti in Europa.

Il campionato di calcio in Spagna è seguito sul campo in media da più di 30 mila spettatori per stadio, segno che questo sport rimane sport nazionale e anche un punto riferimento per il divertimento e l’intrattenimento comune di tutti gli spagnoli.